+34 661150174
plaza de españa de sevilla

La meravigliosa andalusia

La meravigliosa andalusia

LA MERAVIGLIOSA ANDALUSIA


SE STATE PENSANDO A UNA DESTINAZIONE PER IL VOSTRO PROSSIMO VIAGGIO, IO HO UN SUGGERIMENTO PER VOI: L’ANDALUSIA! CON UN PATRIMONIO STORICO E MONUMENTALE INVIDIABILE, FACILMENTE RAGGIUNGIBILE E DECISAMENTE ECONOMICA, È DAVVERO UNA TERRA CHE VALE LA PENA VISITARE.

Occhio però; l’Andalusia è una regione molto grande , basti pensare che la sua superficie è quasi un terzo di quella dell’Italia, e per percorrerla in auto da Est a Ovest ci vogliono circa 6 ore. È impossibile visitarla tutta in pochi giorni: poco a poco la descriveremo, in modo che possiate creare il vostro itinerario di viaggio.


In Andalusia ci sono 8 province, con 8 capoluoghi omonimi, e le città più visitate sono Siviglia, Granada, Cordoba e Malaga . Ovviamente però, questa grande regione offre molto di più! Nelle prossime pagine ci occuperemo di descrivere le province e i luoghi di interesse in modo più dettagliato.


Oltre alle quattro città monumentali, ciascuna con una personalità propria, l’Andalusia è una terra ricca di contrasti, con tante sfaccettature; insomma, non ci manca proprio niente.


L’Andalusia è una delle regioni più antiche d’Europa


È stata luogo di insediamenti preistorici grazie alla fertilità delle sue valli e zone costiere. I nostri cari antenati romani la colonizzarono e la chiamarono Betica, mentre con la caduta dell’Impero romano fu invasa dai visigoti, i quali si convertirono al cristianesimo, facendone la religione ufficiale del loro regno.


Una delle tappe fondamentali della storia spagnola ma soprattutto andalusa è quella islamica, quando tutti eravamo cittadini di Al-Ándalus , che inizia a Gibilterra nel 711 e finisce a Granada nel 1492. Quasi otto secoli di incontri e scontri religiosi e culturali, una storia a volte difficile da riassumere ai nostri visitatori in poche ore, ma davvero interessante e fondamentale per conoscere questa terra.


L’Andalusia attuale ha ancora un forte sapore islamico, e la fusione di questa cultura con il cristianesimo e il rinascimento si vede e si sente in ogni angolo delle nostre città.


Volando fino ai nostri giorni…


Arriviamo fino al 1982, anno della suddivisione della Spagna in regioni, qui chiamate Comunidades Autonomas.


Ci rappresenta una bandiera bianca e verde, con Ercole, il fondatore mitologico dell’Andalusia, fra le due famose colonne che rappresentavano la fine del mondo. Siamo a Sud della Spagna, a Sud dell’Europa, a pochi chilometri dall’Africa , che salutiamo e sentiamo dalla roccia di Gibilterra e da Tarifa.


In Andalusia troverete arte, architettura antica, medievale e moderna, troverete personaggi storici con nomi arabi ed ebraici, ma anche italiani ed europei. Troverete un profondo fervore religioso e una serie di tradizioni inimitabili. Potrete scegliere di andare in montagna, al mare, fra parchi naturali o nel deserto. Potrete imparare a muovervi a ritmo di flamenco e poi rimettervi in sesto con una gastronomia saporita e multiculturale.

Cominciamo questo viaggio alla scoperta dell’Andalusia…venite con me?







Commenti "0"


lascia un commento